Alberghi

L’albergo: spazio turistico e luogo di esperienza 

di Rossana Galdini

Le architetture turistiche, pur nella loro diversità, sono ideate per attrarre i clienti ed incontrare i loro desideri offrendo loro il set di una rappresentazione in cui possano essere insieme attori e spettatori. L’albergo, in particolare, è in ogni epoca espressione di esigenze e tendenze emergenti in ambito sociale, economico e culturale, capaci di generare spazi di consumo e di socializzazione, ludic spaces (Lefebvre 1976) creati per il loisir e l’intrattenimento. Dalle tipologie tradizionali dei Grand Hotel e dei villaggi del Club Mediterranée sino ai Concept Hotel contemporanei, agli agriturismi e agli alberghi etici, gli stili e le strategie comunicative cambiano ma resta costante l’obiettivo delle architetture turistiche. Esse devono soddisfare i requisiti funzionali, incantare e rassicurare, essere simboli di status e palcoscenici dove poter dare risposta all’experience need, sempre più al centro delle domande dei turisti contemporanei.

 

A proposito dell’autrice:

Rossana Galdini è professore associato presso la Sapienza, Università di Roma, dove insegna Sociologia Urbana e Sociologia della Progettazione Territoriale. I suoi temi di indagine riguardano la città come intreccio di dinamiche sociali, forme architettoniche e strutture produttive. È coordinatrice dell’asse cultura e patrimonio del Laboratorio Internazionale Associato Mediterrapolis dell’Università di Aix Marseille e responsabile dell’Urban Regeneration Lab: research, actions, ideas in Rom und Berlin, in collaborazione con la Technical University di Berlino.

[voce completa qui]