Aree gioco

Le aree gioco nei giardini e nei parchi pubblici urbani

di Francesca Zajczyk e Licia Lipari

A partire dal XIX secolo le aree gioco si sono diffuse nelle città sino a divenire spazi imprescindibili della vita quotidiana. Particolare attenzione si dedicherà a quelle ubicate nei giardini e nei parchi pubblici ove è possibile coniugare il gioco con le attività all’aperto, purtroppo sempre meno frequenti nel vissuto quotidiano dei bambini. Dopo aver ripercorso le principali tappe storiche di questi luoghi si metteranno in luce i cambiamenti dettati anche dai nuovi stili di vita e di fruizione della città. Nell’ultima parte si metteranno a confronto due città, Milano e Messina, che presentano approcci profondamente differenti sul complesso tema delle politiche urbane rivolte alla fruizione della città da parte dei bambini.

 

A proposito delle autrici:

Francesca Zajczyk è Professore Ordinario di Sociologia Urbana presso l’Università di Milano – Delegata alle Pari Opportunità del Sindaco di Milano dal 2011 al 2015. Responsabile per l’Ateneo per Expo2015. Attualmente è anche Delegata del Comune di Milano ai Tempi e Orari della città. Ha una significativa esperienza a livello nazionale e internazionale sui temi delle politiche temporali urbane e della mobilità; sulle questioni di genere; sull’eredità umana di Expo e sull’accessibilità e sulla qualità del cibo. 

Licia Lipari è docente a contratto di Sociologia dell’ambiente e del territorio presso l’Università di Catania. Collabora con l’Università per Stranieri di Reggio Calabria e l’Università di Milano-Bicocca, è stata membro del Consiglio Scientifico della sezione AIS Territorio. Esperta nell’uso dei programmi di rappresentazione cartografica (GIS) e nell’analisi territoriale dei fenomeni sociali, svolge attività didattica e di ricerca con attenzione ai temi dei cambiamenti urbano-metropolitani e del turismo. 

 

[voce completa qui]